Riassunto della Seconda Rivoluzione Industriale

Link Sponsorizzati

Seconda Rivoluzione Industriale

La seconda rivoluzione industriale fu un periodo storico di un grande sviluppo industriale, avvenuto tra il 1856 e il 1878. Venne considerato una trasformazione economica che portò da un sistema agricolo-artigianale-commerciale ad un sistema prettamente industriale.

Venivano utilizzate macchine azionate da energia meccanica, nuove fonti energetiche, e mezzi di produzione concentrati nella fabbrica. La grande innovazione della seconda rivoluzione industriale fu l’introduzione dell’elettricità, dei prodotti chimici e del petrolio.

Link Sponsorizzati

Nacquero nuove classi sociali quali gli operai che ricevevano un salario per il loro lavoro e il capitalista industriale. Crebbe anche il sistema ferroviario, che portò ovviamente come conseguenza uno sviluppo dei commerci . Si svilupparono anche le navi, furono infatti costruiti, grazie allo sviluppo della metallurgia, scafi in ferro e in acciaio.

Nel 1869 fu creato il canale di Suez che permise il traffico tra l’Atlantico settentrionale e l’oceano Indiano. Le fabbriche e i capitali cominciarono a concentrarsi nelle mani di poche grandi società, danneggiando ovviamente quelle più piccole.

Un altro aspetto che caratterizzò questa rivoluzione fu il progressivo prevalere del capitalismo finanziario rispetto a quello industriale, con quindi l’intrecciarsi di interesse tra banche e industrie.

Un periodo molto importante che permise agli operai di cominciare a protestare e opporsi alla classe borghese, protesta che, si può dire, continua a che oggi.

Link Sponsorizzati