Come è Possibile annullare un Bonifico Bancario

Link Sponsorizzati

Vi è mai capitato di ritrovarvi nella scomoda situazione di dover annullare un bonifico bancario e di non sapere assolutamente come fare e se è possibile farlo?

Vediamo se è possibile.

Link Sponsorizzati

Innanzitutto: perché annullare un bonifico?

Spesso può capitare che vi sia stato un errore nell’inserimento dei dati riguardanti il beneficiario o, peggio, la somma da pagare, ma ci sono anche altri casi: ad esempio quando ci apprestiamo a pagare per un servizio che non abbiamo ricevuto correttamente o che ci ha lasciato in qualche modo scontenti, oppure se il codice iban non appartiene alla società a cui dobbiamo il pagamento.

Se vi trovate in una di queste situazioni dovete conoscere le precise condizioni in cui è possibile annullare il bonifico.

Per prima cosa attenzione ai tempi: l’annullamento di un bonifico deve essere fatto entro un “tempo limite” che varia da Banca a Banca. Considerate che nel momento in cui avete avviato l’ordine di pagamento, ogni banca offre la possibilità di annullare il bonifico durante la fase detta di “presa in carico”, quando cioè le operazioni ancora non sono state avviate e quindi, concluse. Questo tempo varia come detto, da banca a banca ma vi consente di annullare l’operazione prima che sia troppo tardi, trascorso il tempo limite il bonifico è ufficialmente pagato e non è più possibile annullarlo.

E’ quindi molto importante fare estrema attenzione quando si inseriscono il codice iban del beneficiario e quando si riportano nome e cognome del suddetto: se sbagliate potreste causare problemi al bonifico o al destinatario ma soprattutto potreste rischiare di versare la somma a persone sconosciute (con tutti i problemi che ne deriverebbero per voi e per l’altra persona).

Un altro fattore a cui prestare attenzione è “l’acquisto”. Se state acquistando merce o servizi, prima di effettuare il bonifico, controllate attentamente cosa state acquistando e leggete con scrupolo e precisione l’eventuale contratto d’acquisto. E’ molto meglio evitare a priori di “accettare” in maniera sbadata un contratto che magari obbliga al pagamento di rate annuali, piuttosto che cercare di “uscirne” dopo! Svincolarsi dai contratti d’acquisto richiede infatti tempo, pazienza e comunque sia uno spreco –a volte minimo, a volte massimo – di soldi.

Link Sponsorizzati