False Applicazioni che consumano il Credito Telefonico

Link Sponsorizzati

Una grave minaccia ha colpito oltre 17000 utenti tra il 2011 e il 2012. Tutto questo per delle semplici e apparenti innocue applicazioni per smartphone. Sono stati colpiti tutti, senza distinzione, utenti Apple, Android, ecc.

Queste false applicazioni in pratica una volta installate sul proprio dispositivo, all’insaputa dell’utente, mandavano in background Sms verso numerazioni a pagamento ( tra le più care tra l’altro) e come risultato i creatori del virus si arricchivano e gli ignari utenti si “vedevano” prosciugare il credito telefonico. Le ultime due applicazioni “sgominate” di recente per quanto riguarda gli utenti Android sono la falsa versione di Instagram e Angry Birds. Oltre a mandare sms a numeri a pagamento, installavano un codice all’interno del root del sistema il quale generava un pericolosissimo virus trojan che danneggiava il cellulare.

Link Sponsorizzati

Questa truffa si è potuta espandere perché gli utenti hanno scaricato le applicazioni non dal market ufficiale di Google Play, ma da altri market o siti non autorizzati. Da qui la diffusione è stata facile. Gli hacker in questione avevano provato a installarle anche sul market di Google, con falsi indirizzi, ma i tecnici l’avevano prontamente scoperto e eliminato dall’elenco delle applicazioni. Anche se hanno dovuto lavorare parecchio prima di scoprirli, lì come nell’App Store dell’Apple, insomma danni ne hanno creati parecchio. Appurato quindi che le applicazioni è meglio scaricarle dal market ufficiale, qualora non foste sicuri di una delle due applicazioni appena descritte, provvedete immediatamente alla cancellazione dal vostro cellulare.

Una volta effettuata la rimozione, potrete installare le applicazioni corrette, seguendo delle fonti certe. Siccome alcune di questi fake installano all’interno dei cellulari link molto pericolosi, dopo aver rimosso l’applicazione è consigliato ripristinare il cellulare ai dati iniziali, quindi salvate i dati e poi effettuate questa specie di ripristino iniziale. Una volta effettuato, potrete nuovamente scaricare le applicazioni, purché provengano da siti sicuri, conosciuti e ufficiali. Molto importante è anche leggere i commenti degli utenti che hanno utilizzato l’app. prima di voi.

Link Sponsorizzati