Come Deframmentare il Disco Rigido

Link Sponsorizzati

Molte volte capita di notare un notevole rallentamento nell’utilizzo del nostro computer nonostante le varie accortezze che quotidianamente si adottano. Prima di allarmarci troppo e pensare che siamo stati infettati da eventuali virus pero’ e’ meglio verificare che il tutto non sia dovuto al fatto che il disco rigido sia frammentato: infatti dopo un po’ di tempo che si utilizza un hard disk sul quale si copiano, cancellano e sostituiscono file molto spesso, capita che esso necessiti di una bella deframmentazione che ottimizzi al meglio l’archiviazione di tutti i file presenti. Ovviamente un disco rigido frammentato non puo’ essere considerato danneggiato, infatti il rallentamento che si ha puo’ essere considerato un fatto puramente software ed e’ proprio per questo motivo che e’ possibile risolvere questo problema senza andare a smontare manualmente il disco rigido, ma semplicemente via software, deframmentandolo.

Premessa: Un disco rigido e’ composto da vari settori di 512 byte che formano in pratica una griglia composta da queste celle che si riempiono ogni qual volta un file va ad occupare quella posizione. Quando un file con dimensioni maggiori di 512 byte viene copiato nel disco deve necessariamente occupare piu’ settori. A lungo andare, tra le varie operazioni di copia, cancellazione e spostamento dei file, puo’ capitare che si crei un grande disordine in questi settori che svuotandosi e riempiendosi continuamente possono, in base alle esigenze, portare un unico file su settori lontani tra di loro, il che rallenta la sua esecuzione quando lo cerchiamo di eseguire.

Link Sponsorizzati

disco-rigido-settori

Dunque per velocizzare un computer a volte basta semplicemente capire come deframmentare il disco rigido in modo da poter riportare tutti i frammenti sparsi sul disco rigido appartenenti ad uno stesso file uno vicino all’altro in modo da ripristinare la contiguita’ tra di essi per ottenere una maggiore velocita’ quando il disco rigido e’ chiamato ad utilizzare quel file. L’operazione di deframmentazione del disco rigido puo’ risultare spesso lunga per la grossa mole di lavoro che deve svolgere il disco rigido nello spostare i settori da una parte e l’altra del disco stesso per raggiungere il risultato finale desiderato.

Ora vi state sicuramente chiedendo come si effettua una deframmentazione del disco rigido. E’ davvero molto semplice: il sistema operativo Microsoft Windows di default rende disponibile un’applicazione (Utilita’ deframmentazione dischi) per deframmentare l’hard disk (Utilita’ deframmentazione dischi): per avviarla dobbiamo andare sul tasto Start di Windows, cliccare su Tutti i Programmi, selezionare Accessori, quindi Utilita’ di sistema e scegliere infine Utilita’ deframmentazione dischi.

deframmetare-disco-rigido

Una volta aperta l’utility come prima cosa facciamo un Analisi del disco rigido cliccando in basso a destra sul tasto Analizza disco. L’analisi puo’ durare diversi minuti ma ci sara’ utile a capire se il disco rigido necessita di essere deframmentato o meno: infatti al termine di questa analisi il sistema operativo ci segnalera’ se serve o meno deframmentare l’hard disk. Se dall’analisi risulta che la deframmentazione del disco rigido non serve possiamo anche non farla e cliccare su Chiudi ed eseguirla quando il disco sara’ maggiormente frammentato, invece se vogliamo ugualmente deframmentare il disco o se effettivamente serve farlo dobbiamo cliccare su Deframmenta disco.

deframmentazione-analisi-disco

Una volta avviata l’operazione, Windows mostrera’ la percentuale di avanzamento della deframmentazione del disco. Tutta l’attivita’ puo’ durare diverse ore, proprio per questo l’utility di deframmentazione ha la possibilita’ di pianificare l’avvio dell’esecuzione in modo da poter schedulare al meglio come e quando avviare la deframmentazione del disco rigido in base alle nostre necessita’ di utilizzo del computer. E’ possibile impostare la pianificazione dell’esecuzione della frammentazione dell’hard disk quotidianamente, settimanalmente e mensilmente con la possibilita’ di selezionare giorno e ora di avvio. Se il computer sara’ spento quando e’ prevista dalla pianificazione l’esecuzione della deframmentazione, essa automaticamente sara’ rimandata alla successiva volta prevista dalla pianificazione impostata.

pianificazione-deframmentazione

Una volta terminata l’attivita’ di deframmentazione del disco rigido potremo notare un notevole miglioramento delle prestazioni del computer. Ora che abbiamo capito come deframmentare il disco rigido e’ quindi consigliabile effettuarne una ogni qual volta abbiamo un sospetto che il pc vada piu’ lentamente di quanto possa fare in termini di prestazioni e capacita’. D’altronde effettuare una deframmentazione del disco e’ piuttosto semplice ed alla portata di tutti, anche dei meno esperti di computer.

Link Sponsorizzati