BananaTag: Alternativa a SpyPig nel Tracciamento delle e-Mail

Link Sponsorizzati

bananatag

Le soluzioni che garantiscono il tracciamento delle e-mail, in molte circostanza possono essere davvero utili per i mittenti, i quali possono essere informati con certezza se il messaggio di posta elettronica inviato è stato letto da uno o più destinatari. D’altronde, si sa, la funzione di conferma di lettura, non dà l’assoluta certezza che l’e-mail inviata sia stata letta.

In materia di tracciamento delle e-mail, BananaTag è di certo una delle più complete risorse sulla piazza per via del suo funzionamento elementare, basato sull’inserimento di un’immagine minuscola da 1×1 pixel all’interno dello spazio i cui viene scritto il testo. Da notare che la risorsa in oggetto, oltre ad essere disponibile come  client desktop, può essere utilizzata come plugin su Outlook 2007 e su Outlook 2010 con i pc con Windows come sistema operativo ed in modalità add-on su Google Chrome e su Mozilla Firefox.

Link Sponsorizzati

Per effettuare l’installazione di BananaTag non dovrai fare altro che accedere alla sezione “Download” e cliccare sul tasto “Download Now”. L’unico limite è però rappresentato dal fatto che la versione “free” non consente di fare il tracciamento su più di 5 e-mail. Con la versione a pagamento, che costa 5 dollari al mese, è invece possibile seguire fino a 10 messaggi di posta elettronica. Non c’è che dire … se usato con intelligenza e con moderazione, BananaTag può essere uno strumento utile per coloro che mandano molte e-mail ogni giorno.

Tuttavia, la limitazione della versione gratuita (quella che userà il 99,99% degli internauti) dei 5 messaggi tracciabili in un mese pesa e non poco. In alternativa, puoi fare affidamento su SpyPig, un servizio simile e totalmente gratuito che permette di tracciare tutte le e-mail che vuoi. Tuttavia, BananaTag ha in più rispetto a SpyPig la funzione di geolocalizzazione del destinatario, la cui posizione viene mostrata su una mappa. Se la conferma di ricezione è assai precisa, lo stesso non si può dire però della mappa. A mio giudizio, però, questi servizi minano la privacy dei destinatari delle e-mail. Ecco perché vanno usati solo se necessario.

Link Sponsorizzati